Skip to content Skip to footer

Granita Amelia al chinotto siciliano e capperi di Pantelleria

Granita dal tocco salato, preparata con chinotto siciliano e capperi di Pantelleria

 

 

Per 1 kg di prodotto finito

0,5 l acqua                                                               

150 g zucchero di canna bio                                            

200 g melone giallo (d’inverno)                                         

50 g capperi di Pantelleria Igp                                         

100 g chinotto siciliano                                                   

1 bacca di vaniglia                                                   

Eliminare la buccia e i semi dal melone e tagliare la polpa in piccoli pezzi. Sciacquare i capperi e lasciarli in acqua per circa 36 ore, in modo da eliminare la maggior parte del sale. Privare il chinotto della scorza e passare al passaverdura per estrare succo e polpa; grattugiare anche la scorza di 2 chinotti. In un recipiente unire acqua, zucchero, melone, capperi, chinotto e vaniglia, frullare con il mixer a immersione e passare nella gelatiera.

 

La particolarità

L’utilizzo di tre prodotti del territorio siciliano, con altrettante note caratteristiche e contrastanti fra loro, trova equilibrio in questa granita dall’originale tocco “salato”. Una curiosità: il nome è dovuto al fatto che i prodotti sono frutto di una terra influenzata dalla presenza del vulcano, come il luogo in cui vive la fattucchiera Amelia della Disney. Da segnalare che questa granita ha ricevuto a Nivarata la menzione speciale del premio Caviezel per il bilanciamento nella dolcezza, per la consistenza soave, per la struttura omogenea e regolare”.

 

Claudio Zirilli
Amaro Dolce
Randazzo, Ct

“TuttoGelato” è il magazine speciale dedicato al mondo della gelateria, firmato dalla redazione di “Pasticceria Internazionale”. 
direttore Livia Chiriotti
capo redattore Emanuela Balestrino | redazione Milena Novarino e Cristina Quaglia | web editor Chiara Mancusi e Federica Diaferio
marketing manager Monica Pagliardi | pubblicità Luca Russo